Uniba News, il Radiogiornale di Radio Uniba - Edizione del 05/11/2019 ore 11.00

Esplode edificio nell’alessandrino, tre pompieri morti.


E' di tre vittime il bilancio di una esplosione avvenuta nella notte in un edificio a Quargnento in provincia di Alessandria. I vigili del fuoco hanno infatti ritrovato il corpo di un loro collega che era rimasto sepolto tra le macerie. L'esplosione potrebbe essere di origine dolosa. Lo si apprende da fonti del Comando provinciale dei Carabinieri, che indagano sull'accaduto. Intanto si scava tra le macerie, alla ricerca di un vigile del fuoco ancora disperso.


Ex Ilva, rinviato incontro tra ArcelorMittal e Conte.


È stato rinviato a domani, mercoledì 6 novembre, l’incontro tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e ArcelorMittal, previsto inizialmente per oggi dopo che lunedì la multinazionale dell'acciaio ha notificato la volontà di ritirarsi dall'ex Ilva di Taranto. Il premier: “Questa comunicazione non la riteniamo accettabile, non riteniamo giustificato un recesso dagli impegni contrattuali assunti”. Al centro della decisione della multinazionale anglo-indiana dell'acciaio la decisione del Parlamento italiano di eliminare la protezione legale penale. Intanto Fim, Fiom e Uilm di Taranto hanno convocato per oggi un consiglio di fabbrica unitario, mentre il segretario della Cgil Maurizio Landini chiede che "venga applicato l'accordo”.


Cile: scossa terremoto di magnitudo 6.0, oscillano palazzi Santiago


Una forte scossa di terremoto è stata avvertita a Santiago del Cile, dove gli edifici hanno oscillato, mentre migliaia di persone erano in strada per le proteste che da settimane attraversano il paese sudamericano. Lo US Geological Survey ha indicato la magnitudo a 6.0, individuando l'epicentro a 28 km da Illapel, nel pressi della zona costiera centrale del Cile. Non ci sono al momento notizie di vittime o danni rilevanti.


Clima, gli Usa notificano all'Onu il ritiro dall'accordo di Parigi


Gli Stati Uniti hanno ufficialmente informato le Nazioni Unite dell'uscita dall'accordo sul clima di Parigi decisa da Donald Trump nel 2017. Ad annunciarlo è il segretario di Stato americano, Mike Pompeo. "Abbiamo scelto di seguire un modello realistico e pragmatico che mostra come l'innovazione e i mercati aperti portano a una maggiore prosperità, minori emissioni e fonti di energia più sicure. Il ritiro entrerà in vigore un anno dopo la notifica". Dati alla mano, l'amministrazione Trump, parla di "emissioni di inquinanti atmosferici, che hanno impatto sulla salute e sull'ambiente, scese del 74% fra il 1970 e il 2018 e di emissioni di gas serra calate del 13%".


Iran, nuovo strappo sul nucleare


Teheran inizierà a iniettare uranio in 1.044 centrifughe, dando il via a un nuovo step di allontanamento dall'accordo nucleare. Lo ha annunciato il presidente iraniano Hassan Rohani in una dichiarazione trasmessa in diretta dalla televisione di stato iraniana. Il presidente iraniano ha reso noto che nei macchinari nell'impianto nucleare di Fordo sarà iniettato l'uranio a partire da mercoledì.


Post in evidenza
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.

CONTATTI

+39.080.571.4044

redazione.radio@uniba.it

  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • Instagram Icona sociale

NOTA SULLA PRIVACY 

© 2018 Ufficio di Supporto alla Comunicazione - Uniba